Altre informazioni

Lo sports che più mi piace è l'equitazione. Anzi sono stata per diversi anni istruttrice di equitazione per la monta western. Ancora oggi, appena posso, mi occupo di cavalli, come due anni fa quando addestrai un puledro di mio cugino ed insegnai al lui a cavalcare le due cavalle che ha.


Mi sono occupata anche di marketing visuale, esponevo le piante. Mi ricordo che la prima esposizione che feci...il giorno dopo vennero i fotografi dell'azienda per immortalarla nel loro catalogo.

Aurora Azzali

Chi sono


La musica ha sempre fatto parte della mia vita. Fin da bambina cantavo per amici di famiglia e parenti, che apprezzavano questa mia passione e mi incoraggiavano a svilupparla. Ma il momento in cui capii che ero davvero dotata fu quando, per scommessa con un amico, partecipai ad un concorso canoro che vinsi. Decisi allora che avrei continuato a fare la cantante, frequentai lezioni di canto e di solfeggio e cominciai così il mio viaggio nel mondo della musica professionale.


Io come cantante

Fra le mie esperienze più significative ed emozionanti c'è stata la serata di selezione di Miss Italia in cui mi sono esibita proponendo un brano scritto da me e musicato da P. Baldan Bembo ; l'apertura del concerto di Enrico Ruggeri durante la tappa iniziale del suo tour " Il falco e il gabbiano"; la partecipazione a uno spettacolo di Mino Reitano e gli "Scaccomatto" a Berlino, in cui intervennero anche I Ricchi e i Poveri. Per vari anni ho cantato in Piazza del Duomo a Milano durante la stagione estiva. Ho collaborato con la "Felix Company", una compagnia teatrale di Milano che mi ha dato l'opportunità di intrattenere il pubblico per un'intera serata dedicata al musical. E come dimenticare la scorsa stagione estiva, trascorsa interamente presso il casinò di Saint Vincent, dove ho proposto serate in acustico accompagnata al pianoforte dalla collega ed amica Emanuela Ferrari? Il mio repertorio spazia dagli anni '60 ai giorni nostri. Adoro emozionare il pubblico con brani di Celine Dion, Whitney Houston, Micheal Bolton, Barbara Streisand, Mariah Carey, senza dimenticare ovviamente la musica italiana ed i suoi interpreti più importanti del passato e del presente.

Io come coreografa

Già, ho fatto anche la coreografa, Sempre per la "Felix Company" ho potuto cimentarmi in questo ruolo molto appagante. Ho infatti diretto le scene di ballo nell'operetta "La vedova allegra" e ideato alcuni movimenti coreografici per "Il barbiere di Siviglia", esperienza questa assai impegnativa in quanto si trattava di una novità della regia, ma che ha avuto un buon successo.